top space  top space  top space  top space  top space       Visualizza il sito in italiano Visualizza il sito in inglese

Termina il supporto di Microsoft per Windows XP

Windows XP non sara' piu' supportato da aprile 2014


La prima versione di Windows XP viene rilasciata al pubblico nell’ottobre del 2001. All’epoca si tratta di una svolta: è il primo sistema operativo di Microsoft basato sulla tecnologia NT pensato per l’utente finale. Negli anni successivi Microsoft rilascia il Service Pack 1 (2002), il Service Pack 2 (2004) ed infine il Service Pack 3 (2008).


Nel 2002 Microsoft introduce una politica relativa al ciclo di vita del proprio software (http://support.microsoft.com/gp/lifepolicy) che definisce un supporto “standard” della durata di circa 5 anni dalla data del rilascio. Nel caso di Windows XP il supporto standard di Microsoft è terminato il 14 aprile 2009. Da allora il software è entrato nella fase di supporto “extended”, in cui il produttore si occupa di rilasciare patch ma non introduce nuove funzionalità e in generale offre un supporto limitato agli utenti.


Da alcuni anni Microsoft ha comunicato che Windows XP e Office 2003 avrebbero raggiunto la fine della fase di supporto extended il 4 aprile 2014 e da quel momento non sarebbero più stati aggiornati:


“Dopo l'8 aprile 2014, non verranno più forniti aggiornamenti della sicurezza, aggiornamenti rapidi non relativi alla sicurezza, opzioni di supporto assistito a pagamento o gratuito, aggiornamenti dei contenuti tecnici online.“ (http://windows.microsoft.com/it-it/windows/end-support-help)


Tale situazione favorisce la proliferazione di malware che sfrutta vulnerabilità di sicurezza non risolte. Pertanto, è altamente consigliabile migrare a sistemi operativi di nuova generazione PRIMA di aprile. Dopo tale data, chi resterà su Windows XP rischierà numerose infezioni anche semplicemente visitando pagine web o utilizzando chiavette USB.


OS market share
Sorgente: www.netmarketshare.com


Nonostante Microsoft abbia annunciato da tempo la fine del supporto, Windows XP viene utilizzato ancora massivamente: si stima che il 29% dei desktop utilizzi tutt’ora XP come sistema operativo. Inoltri anche molti device “non standard”, come gli ATM, le casse dei supermercati e apparecchiature SCADA sono basate su Windows XP.



Osservando il trend di utilizzo si può vedere come nel corso dell’ultimo anno molti utenti siano migrati verso un nuovo sistema operativo: a marzo 2013 lo share era circa del 38.7% contro il 29.2% attuale.


 

WinXP usage trend
Sorgente: www.netmarketshare.com

Per agevolare gli utenti durante il periodo di transizione Microsoft ha dichiarato che Microsoft Security Essentials (l’antivirus di Microsoft) e il Malicious Software Removal Tool (uno strumento per la rimozione delle infezioni) continueranno ad essere aggiornati e compatibili con Windows XP fino al luglio 2015.


Le organizzazioni che attualmente utilizzano Windows XP e che non riescono a rispettare i tempi, ormai molto stretti, per la migrazione possono valutare di richiedere a Microsoft un contratto di “Custom Support” che garantirà l’accesso alle patch di sicurezza anche dopo la data di termine del supporto extended. Tuttavia, tale possibilità non è da considerarsi una soluzione a lungo termine: per accedere a tali contratti, infatti, è necessario dimostrare l’esistenza di un piano per la migrazione verso nuove versioni del sistema operativo Windows.

 

07/03/2014 - Maurizio Agazzini, Security Advisory Team @ Mediaservice.net